E’ successo l’impensabile ieri all’Allianz Stadium, il Benevento vince meritatamente e porta a casa un bel bottino di 3 punti. Ma ora alla Juve è già tempo di bilanci e di decisioni, siamo nel mese di Marzo e bisogna correre ai ripari, la stagione corrente può essere fallimentare fuori dalla zona Champions League.

L’azione più importante della giornata di ieri l’ha fatta Andrea Agnelli in persona, manda a parlare ai microfoni il DS Fabio Paratici! Eh sì, il Presidente s’è reso conto che la rosa della Juventus quest’anno non è all’altezza della Vecchia Signora e per principio di responsabilità manda il suo Dirigente in capo a metterci la faccia! Perchè alla Juve passano giocatori, allenatori, DS, ma rimane sempre la famiglia Agnelli al comando!

E’ chiaro a chi capisce calcio a 360 gradi che la responsabilità di una stagione così deludente è soprattutto della Dirigenza dove Andrea ha sicuramente le sue responsabilità perché ha scelto lui gli uomini a cui affidarsi e fidarsi.

Il meno colpevole è l’esordiente Andrea Pirlo che ha la rosa meno competitiva degli ultimi 10 anni!

Entrando ad analizzare gli errori di mercato possiamo far notare che ieri pomeriggio l’allenatore bresciano non aveva in panchina nessun giocatore offensivo da inserire nel secondo tempo per cambiare le sorti della partita, nessuno! E non possiamo di certo dare colpa agli infortuni ma ad una rosa rimaneggiata da inizio anno per le scelte scellerate della coppia Nedved-Paratici:

1) Presentarsi su tre fronti con solo tre attaccanti è un peccato mortale che nessuna squadra di livello europeo può permettersi.

2) Il Milan ha 8 giocatori offensivi in rosa, l’Atalanta 7 (8 con Gomez andato via), il Napoli 8, la Juventus 6 di cui ora 2 infortunati.

Ieri Pirlo ha messo tutti i giocatori offensivi in campo ma non è riuscito a far breccia nella difesa gialloarancio dove Inzaghi ha studiato bene la partita del Porto copiando il modulo 3-5-2. Ieri ai bianconeri mancavano i fantasisti per sbrigliare la fase difensiva avversaria, cioè Dybala e Cuadrado, unici giocatori insieme a Chiesa a poter inventare qualcosa. Ronaldo non è un giocatore da assist ma è un finalizzatore come Morata, se agli unici attaccanti di ruolo non permetti di avere accanto colleghi che inventano, è molto dura, non solo contro il Benevento ma contro tutte le squadre che opteranno una strategia di difesa e contropiede. Chi poteva mettere in campo Pirlo che inventasse o costruisse gioco? Domando agli anti-Pirlo…

Se sommiamo a quanto detto, che il centrocampo juventino non ha registi e trequartisti, ma imbottito di mezz’ali per stessa ammissione di Pirlo ad inizio campionato, allora la frittata è fatta! Ma la frittata è stata cucinata da Paratici da inizio stagione! Sapevano anche i ciechi che il reparto da rinforzare fosse il centrocampo, che in attacco fossimo spuntati, ma all’allenatore è stata data una rosa incompleta e mediocre. Unici acquisti azzeccati: Chiesa, Morata e Mckenney, ma non bastano se hai in rosa Rabiot, Ramsey e il fratello scarso di Bentancur. Per Arthur un discorso a parte, troppi infortuni per il ragazzo brasiliano e l’unico neo dell’anno ha portato 3 punti alla squadra d’Inzaghi.

Ma allora perché la mentalità italiana vuole che a pagare sia sempre l’allenatore? Guardiola e il rimpianto Allegri, ieri sera cosa avrebbero potuto fare di diverso? Mettere i giovani dell’Under 23? Ma sono validi? Avrebbero cambiato le sorti della partita?

Io sinceramente penso di no, penso che la squadra sia stata costruita male, che sia stato sbagliato mandare via Sarri al posto del gruppetto di giocatori che vogliono comandare lo spogliatoio. Alla juve si sta ripetendo lo stesso problema che ebbe il Milan a fino ciclo, con Seedorf, Inzaghi dove la vecchia guardia e qualche giocatore nuovo arrivato volevano comandare. Il Milan mandò via tutti e mise fuori rosa Montolivo! Il risultato di quella epurazione sta dando i suoi frutti negli ultimi due anni. E allora lo sbaglio è stato fatto a monte, per carità tutti possono sbagliare, ma perseverare è diabolico. L’estate scorsa ci vollero quasi 2 mesi per scegliere il nuovo allenatore, ma probabilmente gli allenatori contattati di alto livello hanno pensato bene prima di accettare una panchina così esigente, con una rosa inadeguata, e allora Pirlo attratto dall’opportunità professionale ha accettato, sbagliando. Chissà se è pentito ora..

Se aggiungiamo a tutto questo, gli errori individuali di un Bentancur irriconoscibile nell’andata di ottavi di finale contro il Porto, l’errore orrore della barriera inadeguata con Ronaldo e Szczesny principali colpevoli, l’errore di Arthur ieri pomeriggio ed i numerosi penalty non concessi quest’anno alla squadra, beh, il disastro è compiuto! Ma si sa quando costruisci una squadra in maniera superficiale, tutti gli episodi ti possono girare contro.

L’unico allenatore a mio avviso che avrebbe potuto fare i miracoli con questa rosa è Antonio Conte, ma sappiamo benissimo che il rapporto con il Presidente è irrecuperabile per colpa di entrambi a mio avviso, perché in una coppia si dividono le colpe, si sono tanto amati e per questo ora si odiano nello stesso modo, così passionale.

Ma il passato è volato via, un passato di record sia chiaro, di vittorie, di successi, ma alla Juve non c’è tempo per rimuginare perché la proprietà (i fratelli Elkan) hanno già fatto capire al cugino che non può sbagliare un’altra stagione.

 286 total views,  3 views today

Please follow and like us:
AndLeo
cinoleo@gmail.com
Io sono un uomo libero, quali che siano le regole che mi circondano. Se le trovo tollerabili, le tollero; se le trovo fastidiose, le rompo. Sono libero perché so che io solo sono responsabile di tutto ciò che faccio. (Robert A. Heinlein)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *